giovedì 15 novembre 2012

MASSAGGIO INDIANO DEL BAMBINO



 
Il massaggio rappresenta una forma di contatto amorevole con il proprio cucciolo che è stata approfondita nel corso degli anni da vari esperti e studiosi... Esistono tecniche svariate centrate sull'"insegnare",
quello che invece è l'aspetto primordiale del massaggio è proprio che non va imparato, ma è innato. Ogni mamma, papà ha la capacità di toccare nel modo giusto il proprio bambino perchè il massaggio viene dalla tradizione, tramandato dalle nonne e dalle madri, racchiude in sè la storia di quella famiglia e di una certa Cultura.


Quando si "impara" un massaggio poi, ognuno ascolti la voce del cuore e si lasci trasportare dall'istinto e da ciò che il piccolo richiede: non sempre vorrà un tocco leggero e delicato, a volte gradirà anche quello più forte ed energico... basta ascoltare ciò che ci richiede.
Questo diventa un momento di rituale, molto atteso e desiderato nella giornata.
Può esserci quello della mattina, quello del pomeriggio o della sera.
Nella tradizione indiana, secondo lo Shantala, il bagnetto conclude il massaggio.


Le caratteristiche del massaggio sono:

Il tocco aiuta a rassicurare il bambino, lo aiuta a ritrovare i confini che con la nascita si perdono e i genitori a creare un canale per comunicare, per comprendersi, per conoscersi, in una relazione armoniosa. Il piccolo sarà più sereno, più tranquillo, appagato, con effetti benefici anche sul sonno, sulle modalità di addormentamento.
La relazione che si crea tra chi dona e chi riceve nell'intensità degli sguardi, nell'uso della voce e il calore della pelle. Si posono intonare canzoni e filastrocche durante il massaggio.
Effetti del massaggio sul neonato:

• Riequilibrio energetico-emozionale

• Miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica

• Idratazione cutanea e bonificazione muscolare

• Stitichezza o diarrea

• Coliche gassose

• Insonnia e nervosismo

• Superamento di traumi affettivi


Massaggio shantala (massaggio indiano): nasce nelle regione del Kerala (India meridionale), e si rifà ai principi della Medicina Ayurvedica. Si esegue preferibilmente al mattino presto o all’ora del tramonto, i momenti della giornata di maggiore tranquillità, al riparo dai rumori esterni. É un massaggio che coinvolge tutto il corpo, dalla testa agli arti, manine, piedini, al tronco, alle gambe, alla schiena (si gira il bambino a pancina sotto). Viene eseguito col bimbo sia sulla mamma (adagiato sulle sue gambe), sia può essere eseguito col bimbo sdraiato su una superficie (opportunamente predisposta: calda, morbida, confortevole).

Il massaggio sulle gambe distese oppure a culla, sopra un lenzuolo, permette alla mamma di rimanere con la schiena dritta e non curva sul bambino, anche appoggiata ad una parete, non c'è distacco ma contatto continuo sul corpo, il bambino si sente come in una culla.

Per chi volesse provare un'esperienza nuova, diversa...ma in realtà tanto antica e personale!!!


Nessun commento:

Posta un commento