venerdì 3 agosto 2012

Il racconto di parto di Laura

ok, ne ho 3 da raccontare... il primo risale a poco più di dieci anni fa e i ricordi sono confusi comunque è stato un parto indotto perchè avevo rotto le membrane da più di 48 ore senza entrare in travaglio. L'esperienza non è stata idilliaca anche perchè mi hanno attaccato la flebo alle 9 della mattina e Francesco è nato alle 18.30 ma è andato tutto bene anche grazie ad una super ostetrica, e sono uscita dalla sala parto con lui in braccio per accompagnarlo alla prima visita (avrei scalato una montagna per non doverlo lasciare in mano ad atri :) ), il secondo aimè è stato il più difficile ancora una volta indotto per raggiunto termine con ipertensione e cattiva gestione della cosa, la flebo sempre alle 9 e Federico è nato alle 2.20 della mattina dopo ... e anche se per vie naturali dopo una simpatica dilatazione manuale a 4 mani ... non ci sono commenti ma ancora un dolore profondo nel mio cuore anche perchè appena "uscito" era decisamente bluastro e anche se si è ripreso quasi immediatamente sono stati i secondi più lunghi della mia vita. Dopo questa esperienza credevo di non volere avere più figli finchè poco più di 2 anni fa scopro di essere nuovamente incinta ... inizialmente il TERRORE! poi passato lo shock ho preso la decisione che questa volta sarebbe andata diversamente e la cosa l'avrei gestita a modo mio: innanzi tutto basta ginecologi ma ho contattato una associazione di ostetriche specializzate nei parti in casa e ho conosciuto Katia! grande professionista! Lei mi ha seguita durante la gravidanza in maniera completamente differente ... il nostro obbiettivo era arrivare a termine controllando che la pressione
non salisse per riuscire a poter avere un parto non medicalizzato ma in tutto e per tutto naturale, la mia idea di partorire in casa purtroppo non lasciava tranquillo mio marito allora abbiamo optato per un parto all'ospedale dove Katia svolge il suo lavoro in intramenia. grazie anche ai preziosi consigli della mia ostetrica la gravidanza è arrivata a termine ottimamente e grazie alle mie contrazioni preparatorie (che ho avuto la notte per una ventina di giorni ) sono arrivata all'ospedale la mattina completamente stappata e di 6,5 cm , preciso sono andata all'ospedale perchè ho visto perdite significative di sangue ma i dolori erano ancora decisamente sopportabili, poi lì si sono bloccati completamente ... a questo punto però non mi lasciavano più tornare a casa perchè come pluripara poteva partire il travaglio da un momento all'altro... inutile dire quanto insistevano i medici a darmi un "goccino" di ossitocina per velocizzare il tutto! ma io grazie all'esperienze precedenti e alla presenza di mio marito e di Katia non ho ceduto (cosa non affatto scontata). E' vero ho dovuto aspettare fino al tardo pomeriggio perchè riaccadesse qualcosa, ma nel frattempo ho fatto comodamente il mio ricovero ho sistemato le mie cose e ho avuto anche il tempo di riposarmi un pò, quando è partito il travaglio nel frattempo tra un doloretto e l'altro ero di 7,5 cm dopo 2ore avevo Agostino in braccio più roseo che mai erano le 19 e la mattina dopo ho firmato e sono tornata a casa dagli altri miei cuccioli! Anche se ripenso a questo parto mi si riempono gli occhi di lacrime ma di gioia! gran parte della ferita precedente si è sanata ... ora, io che dopo due figli pensavo che non ne avrei mai più avuti, stò aspettando per la quarta volta :) grazie Laura

Nessun commento:

Posta un commento