mercoledì 18 luglio 2012

IL MIO CURRICULUM DI OSTETRICA


CURRICULUM OLP
Dati generali:
Nome e Cognome  Teresa Lin 
Città in cui si esercita  Genova
Inizio attività (compresa la formazione)  Formazione presso Università degli studi di Milano Facoltà di Ostetricia e Ginecologia 2005-2009 Laurea conseguita Aprile 2009 con votazione 110/110 e lode con tesi intitolata: “Il parto extraospedaliero: percorsi, vissuti ed esperienze di assistenza”

Recapiti 
3474273070 – teresalin@hotmil.it – ostetricadicasa.blogspot..it – Facebook: LiberaMente Mamma

Storia formativa
Grazie alla tesi ho potuto fare esperienza di parto a domicilio con un gruppo di ostetriche di Milano ed è stata un’esperienza bellissima che mi ha insegnato molto, mi ha fatto capire che tipo di ostetrica volevo essere e come realmente doveva e poteva essere la nascita rispetto a quella in ospedale.
Il tirocinio presso la clinica Mangiagalli e Buzzi è stato molto intenso, il percorso di laurea mi ha dato una grande e solida base di esperienze in campi diversi ( dall’ambulatorio, consultorio, pronto soccorso, sala parto, patologia della gravidanza ecc…) e ha consolidato la mia convinzione di voler essere un’ostetrica prima di tutto con “le palle” e poi che rispettasse in tutto e per tutta la naturalità della nascita e di tutto il percorso della donna/coppia/famiglia.

Come è nata l’idea di voler fare l’ostetrica?

Grazie alla mia nascita in casa prima di tutto…mi è sempre stata raccontata in modo così affascinante da mamma e papà!
…Poi, durante il  liceo una mia compagna di scuola ha scoperto di aspettare la sua bimba a 17 anni… ero sconvolta e curiosa di imparare e scoprire come si svolgeva quel “miracolo”, come cresceva dentro di lei una nuova vita e mi si è accesa una lampadina…. Non potevo fare altro! La decisione era presa. Ho studiato tutta l’estate per il test e quando sono entrata mi è sembrato di aver vinto qualcosa di molto determinante.
Ho scoperto dopo che anche la mia mamma avrebbe voluto essere ostetrica ma non me l’aveva mai detto…si è chiuso un cerchio…


Formazione post base:
Come hai integrato la formazione di base?
Ho sempre seguito corsi di aggiornamento, tanti durante l’Università e anche fuori. Ho cercato delle ostetriche del territorio che potessero insegnarmi qualcosa di più..ad esempio sono molto legata ad una Grande Ostetrica condotta di Pedavena (Feltre), Maria Pollacci, che mi ha dato tanto amore per questa professione.
I miei corsi di aggiornamento ad oggi sono:
a.       Corso pratico su “Massaggio Shantala del neonato” – 8 luglio 2012 – Arenzano
b.      Scuola “Eu Pelvis” per riabilitazione del pavimento pelvico- Milano 23-24 guigno 2012
c.       Conseguimento corso BLSD(basic life support) presso Ospedale di Sesto San Giovanni – Marzo 2012
d.      “L’assistenza ostetrica alla gravidanza fisiologica sostenuta dalle tecniche di moxibustione e digitopressione” tenutosi il 22 ottobre 2011 presso Arte Medica Milano
e.       “Il Puerperio. L’attenzione ai bisogni delle puerpere e la continuità assistenziale” Bergamo, Centro Congressi Giovanni XXIII, Sabato 21 Maggio 2011
f.        Docente al Corso di Formazione Residenziale: “Il parto a domicilio dal 2001 al 2011: condividiamo l'esperienza” tenutosi Lunedì 2 Maggio 2011 Sala Riunioni Croce Rossa – Via Riva n.1, Parma
g.       “METODOLOGIA PER CONDURRE E TENERE CORSI DI PREPARAZIONE AL PARTO E GRUPPI DI SOSTEGNO DOPO PARTO”  tenutosi a Seriate (BG) nei giorni 03,04,05 dicembre 
 ....
Ho pubblicato un articolo:  “Da dove nasce una scelta?” pag. 27 –rivista “Donna & Donna- Il giornale delle ostetriche” Anno X- N 65: “Il parto a domicilio oggi” edito a stampa nel mese di giugno 2009.

Quali aspetti o elementi della professione hai deciso di approfondire?

Io mi sento un’ostetrica “di casa”, per cui mi dedico molto all’assistenza domiciliare, ci tengo ad approfondire insieme alle donne la consapevolezza di sé, del proprio corpo, attraverso la danza del ventre, lo yoga… Al momento sto facendo un percorso di specializzazione sulla riabilitazione del pavimento pelvico, perché mi piace lavorare non solo con la gravidanza ma con le donne di tutte le età.

Storia lavorativa
Dopo la laurea ho potuto seguire ancora qualche mamma a domicilio per assistenze non di parto ma comunque altre esperienze domiciliari formative. Ho pensato di lavorare in Inghilterra una volta passati dei colloqui ma ho incontrato l’amore della mia vita e son rimasta! Ma ho fatto anche scelte diverse, la salute, il mio stile di vita e la mia alimentazione macrobiotica mi hanno fatto scegliere di vivere il più possibile serenamente vicino alla natura e alla famiglia.
Ho lavorato in ospedale per un anno e mezzo per necessità, perché sentivo che era il mio percorso iniziale e mi è servito,  ho cercato intorno a me tutti gli elementi che mi potevano rendere forte e sicura e  alla fine ho deciso di diventare libera professionista per passione. Il progetto era lì, l’ho coltivato e ora sta crescendo piano piano…


Qual è stato l’evento saliente che ti ha fatto scegliere la libera professione?
Non mi vedo più tra quattro mura, in un ambiente sterile e dovendo sottostare a protocolli in cui i tempi della donna non sono quelli reali. Non voglio essere io la protagonista, l’ostetrica assiste il parto, l’ostetrica sutura, l’ostetrica visita, decide … ho capito che è la donna il punto centrale e il lavoro da fare “fuori” è grandissimo!

....


Per vedere l'intervista completa vai sul sito: http://ostetrichelibereprofessioniste.blogspot.it/ sezione "le nostre ostetriche" (argomenti)

Nessun commento:

Posta un commento